Il video colloquio

Tecnologia e colloqui

Oggi è grazie alla tecnologia, che ha modificato le nostre abitudini di comunicazione e impattato su molti processi (anche quelli di recruiting), se molte aziende e società di selezione fanno uso anche di strumenti VIDEO a supporto della ricerca di personale.

È per questo che, a qualche punto del percorso di selezione, potresti essere chiamato a sostenere una video intervista.

Un video colloquio dunque?

Attenzione!

Seppur alcune accortezze e strumenti li accomuni, il video colloquio non va confuso col video curriculum.

Quest’ultimo, se ricordi, è una tua presentazione video che, abbinata al Cv in fase di candidatura, può renderlo distintivo. E tecnicamente costituisce una soluzione registrata, che tu conduci, studi, preconfezioni e fissi, in base all’uso. E puoi darle taglio e forma che desideri.


Ti potrebbe interessare anche:

il video curriculum
Il Video Curriculum – In “Il Curriculum Vitae”

Nel caso della video intervista, invece, le dinamiche d’interazione sono quelle di un colloquio tra persone in presenza, quindi in presa diretta e in tempo reale. Grazie all’uso di tecnologia video (devices connessi al web, webcam e specifici tools per la videocomunicazione), recruiter e candidato possono vedersi e sentirsi pur non essendo nello stesso momento nello stesso posto. E come in un colloquio, è il recruiter a condurre lo scambio, il video confronto, che di solito si posiziona dopo un primo screening telefonico.

video colloquio video intervista

I benefici di un video colloquio

Creare occasioni per conoscere i candidati, da parte dei selezionatori, è fondamentale per una buona selezione. E con una video intervista ciò diventa più pratico e veloce. Soprattutto se i Cv ricevuti sono tanti, il calendario è potenzialmente fitto e dato che non è sempre facile incrociare le disponibilità agli appuntamenti.

Pensa a chi sta lavorando o risiede lontano dalla sede della selezione; a chi progetta un trasferimento oppure si trova temporaneamente all’estero. La selezione tradizionale probabilmente lo escluderebbe.  

L’incontro virtuale, invece, riesce ad abbattere tempi e confini, oltre che a ottimizzare i costi e la stessa organizzazione del processo selettivo.

Gli spostamenti per i colloqui spesso costituiscono una grande complessità. Perché l’organizzazione degli appuntamenti, le spese per trasferte e l’organizzazione di un trasloco creano criticità sia all’azienda sia al candidato. Il video colloquio può risolverle, tanto più se si è in una fase iniziale e “conoscitiva” della selezione.

C’è poi un altro difetto che spesso viene lamentato alle ricerche di personale (tanto dai recruiter quanto dai candidati). È quello di non avere il tempo di dare un volto ad ogni Cv.

Con la video intervista, anche soli pochi minuti di scambio consentono al candidato di farsi conoscere, distinguersi e presentarsi per ciò che è.

Grazie al video, puoi di fatto giocarti in anticipo le carte della buona prima impressione e mettere in luce gli aspetti che il Cv trasmette più faticosamente: motivazione, lato umano, lato soft skills, standing. L’impatto della tua comunicazione, una buona prima impressione, il linguaggio non verbale, l’aderenza allo stile aziendale (ad esempio l’adeguatezza del tuo abbigliamento al contesto lavorativo, o al ruolo) hanno peso come se fossi in presenza. E il recruiter, in tempi rapidi, è in condizione di valutarti e confrontarti sulla base di una tua immagine quanto più completa possibile.

In caso di selezioni complesse, dunque, introdurre una fase conoscitiva di video colloquio garantisce praticità, efficienza, equità ed efficacia.

Non va a sostituire totalmente il colloquio personale (quantomeno non nella cultura italiana che ritiene importante la conoscenza “vera” tra le parti; non è così in tutti i mercati). Ma certamente lo introduce, qualora da questo primo approccio emerga che sì, anche grazie al video, tu ricalchi le caratteristiche del profilo ideale, e meriti una conoscenza più approfondita.

video colloquio video intervista

Tipi di video colloquio e strumenti

Potresti trovarti di fronte a due tipologie diverse di video intervista: sincrona (o a due vie) e asincrona (o a una via).

  • La video intervista sincrona, o a due vie, è un confronto video live – quindi in diretta, in tempo reale –, dove selezionatore e candidato sono contemporaneamente collegati via webcam e si scambiano domande e risposte come se fossero di persona. La durata è variabile dai pochi minuti a 30-45 minuti, a seconda del grado di approfondimento che il recruiter desidera ricreare. Le applicazioni di videoconferenza più note e utilizzate sono Skype, WhatsApp, Google Hangouts e Apple FaceTime. Sono piattaforme intuitive da usare e facili da reperire, sia lato azienda sia lato utilizzatore. Normalmente non hanno costi (se non nel caso di personalizzazioni aziendali). Selezionatore e candidato si scambiano contatto o link di connessione, e coordinano un appuntamento nel quale entrambi contemporaneamente si collegheranno.
  • La video intervista asincrona, o a una via, è una modalità meno nota ma che sta prendendo piede anche in Italia, soprattutto nelle aziende più grandi e strutturate.
    Si basa sull’utilizzo di software o piattaforme ad hoc per video interviste, fornite da gestori specializzati, che consentono anche funzioni avanzate: come registrazione di video-archiviazione-condivisione-standardizzazione delle domande per ruolo; e l’integrazione col database per la gestione del personale. Con questo strumento il dipartimento Risorse Umane o il team di Selezione può creare uno storico digitale delle interviste, con la ratio di rendere i processi di selezione più imparziali.

In questa forma, la video intervista simula il domanda-risposta di un colloquio, ma il candidato è da solo davanti alla telecamera e le domande gli vengono poste direttamente dal software/piattaforma. Il selezionatore non c’è. Accedendo con le credenziali personali e seguendo la traccia delle domande personalizzata per lui dal recruiter, il candidato realizza on-demand le sue video-risposte, che vengono registrate e verranno visionate e valutate in un secondo momento.

video colloquio video intervista

Esempi

Normalmente questi software prevedono un task di prova e un tempo limite entro cui il candidato deve accedere alla piattaforma. E il programma scandisce anche i tempi:

  • per la lettura delle domande;
  • di riflessione prima di rispondere;
  • per la registrazione della video-risposta (che una volta fatto, non può essere modificata).

Ad oggi esistono diverse soluzioni, per altrettante società che forniscono questo genere di servizi alle imprese, come Visiotalent, Easyrecrue, e HireVue.
Su questi tools i candidati hanno la possibilità di trovare anche suggerimenti sull’uso dello strumento digitale (per ottimizzare la prestazione), vedere delle demo dimostrative oltre che fare delle prove di utilizzo (cui i selezionatori non hanno accesso, quindi massima privacy).


Come prepararsi al video colloquio?

Il miglior consiglio è unire le accortezze sul colloquio efficace con quanto abbiamo già visto per il video Curriculum: dunque preparazione e onestà.

Quando sai che farai una video intervista

  • Come nel caso di un colloquio in presenza, chiedi il tipo di intervista che si prevede: conoscitiva? tecnica? di approfondimento/selezione sul ruolo specifico? con il recruiter o ci saranno anche altri soggetti interessati alla selezione? Se sarà sincrona o asincrona te lo dirà il selezionatore stesso. L’importante è che tu presti attenzione a tutte le informazioni operative necessarie a connetterti. Chiedi una mail di recap, così da non perdere nessuna informazione importante.
  • Oltre alle informazioni su data e ora, chiedi in anticipo anche quanto tempo avrai a disposizione, per organizzare al meglio la tua agenda e misurare i tempi della tua presentazione 😎.
  • Crea (se non ce l’hai già) un account alla piattaforma/tool che utilizzerete per il colloquio. Non aspettare l’ultimo minuto! È consigliabile testarne prima la buona funzionalità e la tua confidenza coi comandi. Ti suggerisco di usare un nome account professionalmente accettabile: nome e cognome va bene; nomignoli o nickname imbarazzanti è meglio di no 😑😞.
video colloquio video intervista

In attesa del giorno/ora della video intervista

Come per un colloquio tradizionale:
  • Informati al meglio su azienda/ruolo/potenziale di carriera/persone che lavorano in azienda/persone con cui sosterrai il colloquio, e vivrai con più serenità la fase motivazionale.
  • Prepara gli argomenti che toccherai, in base a cosa vuoi comunicare maggiormente di te. Tieni conto dell’importanza della prima impressione, e del tempo che avrai a disposizione (che potrebbe non essere moltissimo, quindi seleziona bene 😏).
  • Ripassati i passaggi nodali del Cv, e preparati a eventuali domande mirate sulle scelte professionali e di studi (attenzione alle motivazioni!), competenze, attitudini e obiettivi professionali. Il video colloquio ti darà la possibilità di essere esplicito ma ragionevolmente dovrai essere più mirato; soprattutto se il tempo è poco.
Ma, in più…
  • Fai delle prove davanti al video. Simula domande e risposte, ascoltati e riascoltati, rendi le tue risposte il più possibile fluide e sicure. L’ideale è fare delle simulazioni video con un amico, così non solo potrai verificare la bontà della connessione, ma anche come te la cavi di fronte alla telecamera. Ma… “NON imparare a memoria una parte”: ricorda che dovrai essere te stesso e il più possibile spontaneo.
  • Cura il tuo look e scegli l’ambientazione più adatta a un colloquio di lavoro. Abbigliamento allineato al ruolo (anche dal video si può percepire se una persona è trascurata o inadeguata); ordine e assenza di rumori molesti o che distraggano; illuminazione adatta e che ti permetta una buona inquadratura; sfondo il più possibile neutro e professionale; privacy.
  • Testa la funzionalità degli strumenti con cui farai l’intervista. Pc ok? E lo hai posizionato in modo da dare buona visuale su di te e il tuo viso? Impostazioni audio-video ok? Hai la disponibilità di cuffie per migliorare il suono e isolare eventuali rumori? HAI UNA BUONA COPERTURA DI RETE INTERNET? Non c’è nulla di più ansiogeno che trovarsi nel bel mezzo di un colloquio video e l’immagine si blocca o cade la connessione perché non c’è campo… Ricorda. Sempre meglio un dispositivo fisso, ma se non ti è possibile dovrai avere l’accortezza di rendere il dispositivo mobile il più stabile possibile.
  • Testa anche il tool specifico che dovrai utilizzare, più e più volte se serve. Prendi confidenza coi comandi: come attivare/disattivare il microfono? e come attivare/disattivare il video? e come rispondere o chiudere la chiamata? come registrare? Per stare più tranquillo assicurati in anticipo di avere il contatto di connessione del tuo interlocutore (il suo Skype, Hangout? …). Così il giorno del colloquio ti basterà solamente avviare la chiamata…
  • Assicurati anche un contatto telefonico, in caso di imprevisti 😅.
video colloquio video intervista

Il giorno del video colloquio

  • Sii rispettoso della scadenza e puntuale nella connessione (qualche minuto prima). Non far attendere il recruiter e gestisci tempestivamente ogni imprevisto. D’abitudine attendi che sia lui a chiamarti, e se avesse qualche minuto di ritardo, non ti caricare di ansia, rimani concentrato sui tuoi argomenti, un po’ come se fossi in sala d’attesa 😉.
  • Durante il video colloquio, mantieni ottimali le condizioni di contesto. Professionali e silenziose, come predisposto fin dall’inizio. Avrai avvertito coinquilini festaioli e fratelli rumorosi che quell’appuntamento per te è importante, no? 😁
  • Come se fossi fisicamente in presenza del recruiter, sfrutta il video per far emergere la tua personalità. E se le soft skills sono il tuo forte (o lo sono per il ruolo al quale concorri), tirale fuori. Sempre con misura e senza stridere con l’interlocutore. Ricorda che in modalità video devi essere più sintetico.
  • Pur usando naturalezza e onestà verso te stesso, presta attenzione anche al linguaggio non verbale: viso disteso, mani non troppo gesticolanti, postura composta, contatto visivo col tuo interlocutore (guarda in camera quando parli, se guardi lo schermo per lui è come se guardassi in basso 😊) e ascolto attivo quando lui ti parla, ti faranno sembrare più sicuro.
  • Attenzione al congedo, è importante anche se non vi stringete la mano! Quindi usa educazione ed esprimi fiducia anche in chiusura di una video call. E prima di divagare o rilassarti, accertati di aver interrotto la comunicazione! 😬
video colloquio video intervista

Ti potrebbe interessare anche:

Colloquio di lavoro
Il Colloquio di Lavoro: tipologie – In “Il Colloquio di Lavoro”
Summary
Il video colloquio
Article Name
Il video colloquio
Description
Il video colloquio: come la tecnologia può far incontrare (davvero!) candidato e selezionatore, in modo rapido e semplice. Con un click!
Author
Publisher Name
www.blogtalentlab.it
Link sponsorizzato
Link sponsorizzato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *