Partiamo dalle nostre Competenze: HARD e SOFT!

Partiamo dalle nostre Competenze: HARD e SOFT!

Ovvero COSA SAI FARE e CHI SEI

Nel moderno mondo del lavoro si sente sempre più spesso parlare di HARD SKILLS e SOFT SKILLS in relazione alla definizione di un profilo professionale. Al di là dell’acquisizione della terminologia inglese, voglio darti un’idea pratica di cosa stiamo parlando.

Le skills in gergo “recruiting” non sono altro che le competenze che definiscono un profilo, ovvero in maniera più completa le abilità o capacità o conoscenze sviluppate attraverso esperienze professionali o formative o anche le qualsiasi situazioni che hanno permesso un suo sviluppo personale.

A loro volta le competenze possono essere distinte macroscopicamente in due tipologie:

1) capacità tecnicamente acquisibili, e

2) abilità per attitudine comportamentale.

Le due tipologie, INSIEMEnon solo una o solo l’altra, e nemmeno prima una e poi l’altra… – caratterizzano il contributo che un Candidato Lavoratore può portare all’Azienda in cui è impiegato.
Al di là delle differenze di contesti professionali (che certamente sviluppano capacità e abilità diverse), perfezionerei ulteriormente la definizione di queste due tipologie e lo faccio usando delle parole che amo particolarmente perché definiscono il Candidato nella sua totalità di Persona. Le competenze (o skills) sono il suo SAPER FARE e il suo SAPER ESSERE, rispettivamente HARD o TECNICHE e SOFT o TRASVERSALI.

Quindi le HARD SKILLS sono capacità di svolgere tecnicamente un compito, di ricoprire un ruolo, di parlare una lingua o di usare uno strumento, siano esse pratiche o teoriche, cioè acquisite sul campo lavorativo (mi sono già imbattuto in questa attività) o da studi (ho studiato quell’argomento). Elemento determinante di queste competenze è  l’esperienza o la formazione su quel contenuto.

Ad ES CAPACITÀ DI CALCOLO O LINGUISTICA

Le SOFT SKILLS invece sono abilità comportamentali legate non tanto all’aver memorizzato quel contenuto tecnico, quanto all’aver sperimentato come affrontarlo, gestirlo o superarlo. Queste abilità si relazionano strettamente con la dimensione relazionale, con elementi caratteriali e attitudini personologiche dell’individuo.

Ad ES ORGANIZZAZIONE, LEADERSHIP, PROBLEM SOLVING, LAVORO DI GRUPPO

Una puntualizzazione sulle definizioni rese in italiano: è importante non fare una traduzione letterale per garantire un senso di complementarietà alle due “skills“.
Se le HARD sono ciò quello che un professionista di settore – o futuro tale – porterà con sé come zoccolo tecnico di quel compito o settore di attività, le SOFT per contro non sono LEGGERE nel senso di “superficiali”. Sono piuttosto delle abilità TRASVERSALI alle HARD e che una persona ha indipendentemente dai compiti ricoperti, per predisposizione e anche grazie ad altre esperienze (per esempio familiari o extralavorative o di vita).

In definitiva il mercato del lavoro oggi le richiede entrambe e richiede che il Candidato Lavoratore abbia percezione delle proprie. Entrambe le dimensioni sono importantissime, e devono/possono essere imparate e potenziate attraverso lo studio, l’esperienza e l’approfondimento di concetti o situazioni.

Ma mentre le HARD determineranno COSA farai da grande (quale strada prenderai?), è investendo sulle SOFT che farai il salto di qualità in termini di responsabilità/ambiente lavorativo/carriera (hai doti collaborative o di gestione di progetti, potrai gestire un team; preferisci operare da solo, sarai un referente unico in un’organizzazione snella, …).

E poiché queste ultime si basano su caratteristiche personologiche di ciascuno di noi, di fatto devi riconoscerle come tuoi punti di forza o aree di miglioramento, in base agli obiettivi futuri che ti darai.

E anche se gli angoli caratteriali si possono smussare, riconoscere e migliorare le proprie SOFT skills non è sempre facile. Di sicuro lo è meno che studiare una competenza HARD. Ma se oggi osserviamo che le competenze TECNICHE sono l’investimento minimo che ciascuno di noi deve fare per intraprendere un percorso lavorativo, perché il mondo del lavoro le considera “scontate”, le TRASVERSALI completano il nostro quadro d’insieme e sono il frutto di un’analisi continua di NOI.


Ti potrebbe interessare anche:

Summary
Competenze: HARD e SOFT!
Article Name
Competenze: HARD e SOFT!
Description
Se vogliamo intraprendere un'efficace ricerca di lavoro dobbiamo prepararci e per prima cosa fare un'analisi di noi stessi e individuare le nostre abilità, capacità e conoscenze. Solo percependo l'importanza e le differenze delle competenze o skills hard e soft sapremo investire nella giusta direzione
Author
Publisher Name
https://blogtalentlab.it
Link sponsorizzato
Link sponsorizzato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *